Attrezzatura e Strumenti

L'attrezzatura nel nostro studio è il nostro punto di forza, infatti le nostre scelte sono tecnologicamente all'avanguardia  sia per i materiali sia per gli strumenti, le strumentazioni che usiamo sono di prima scelta e affidabili nel tempo proprio per la loro qualità, e questo, ci consente di lavorare in tutta tranquillità, sicuri di dare un prodotto finito di alta qualità sia a livello di materiali che nelle prestazioni.

SENSORE RX

Partendo dalla " Prima Visita " la stumentazione alla quale ci affidiamo è la                    

" RVG Radiovisiografia " cioè la radiografia eseguita all'interno del cavo orale mediante un " Sensore

Digitale " che per mezzo di un software, analizza in tempo reale l'immagine catturata tramite emissione di raggi da un tubo catodico o " Radiografico "

RX  RADIOGRAFICO

Grazie al nostro radiografico siamo in grado di fare ai nostri clienti, radiografie

mirate e precise con bassissima emissione radiogena, che ci consentono

RX

di elaborare diagnosi più precise e 

che migliorano in maniera importante il risultato

finale delle cure.

Ecco perchè l'RVG è uno strumento importantissimo all'interno di

uno studio dentistico.

L'elaborazione del software ci permette di fare ingrandimenti 

RX VISIOGRAFIAa tutto schermo,

schiarimenti o scuramenti dell'immagine, non che misurazioni tramite la calibrazione che il

software ci mette a disposizione per riuscire a catturare i dettagli dell'anatomia di un dente,

le patologie correlate ad esso, e le dimensioni qi quello che ci interessa, svelandoci

LAMPADA PER POLIMERIZZAZIONE A L.E.D.

situazioniche ci mettono in grado di fare una diagnosi

immediata, precisa e sicura.

 

Una volta fatta diagnosi potremmo incontrarci faccia a faccia con questa stumentazione : la

" Lampada polimerizzatrice a L.E.D."

Questo strumento curioso per l'intensita della luce color blu, è una lampada a L.E.D. e serve per

promuovere la polimerizzazione, ovverosia l'indurimento di tutti quei componenti a base di resina

composita.

Il suo indurimento avviene tramite un filtro blu del tubo di vetro terminale a fibre ottiche, la luce viene

emessa e temporizzata per l'uso che necessita, in base alla intensità si può scegliere una

polimerizzazione per qualsiasi tipo di resina composita.

 

 " Rivelatore Apicale Osada"  

 

RIVELATORE APICALE

Uno strumetazione delicatissima e precisissima che serve per

individuare l'apice del dente, cioe il punto più profondo nella

nostra radice.

La sua funzione è quella di trovare la " Lunghezza di Lavoro

Endodontica " , in poche parole quanto è lungo il nervo da

devitalizzare che viene determinato con estrema precisione

Stabilita la lunghezza di lavoro possiamo trasferirla sugli

" Strumenti rotanti in  Ni-Ti " che mediante uno stop ( quel

gommino azzurro) si fermeranno 

ENDO M2 - CONO

alla distanza richiesta sagomando e allargando il canale con lo strumento 

M2 SAGOMATURA

prescelto.

Grazie proprio alla forma di

questo strumento,

la sua sagomatura sarà

rispettosa della anatomia

della corona del dente  risparmiando la sua limatura in senso

coronale, mantenendolo cosi più spesso e robusto, infatti la porzione coronale troppo limata diventerebbe debole e fragile, prerogativa essenziale affinchè la sua ricostruzione e protesi siano su basi forti e solide.

 

" Motore endodontico  Endo 25" 

Grazie a questo gioiello dell' Endodonzia siamo in grado di lavorare i canali di un dente con un tempo decisamente inferiore

a quello manuale e in modo più preciso.

Grazie a strumenti canalari in NI-TI (Nichel-Titanio) 

Motore

montati sul manipolo avremmo il controllo

tramite un processore che assicura il

numero di giri e torque prefissati a

seconda del diametro dello strumento

montato.

La regolazione è automatica ma

l'operatore può sempre decidere di

variare sia la velocità sia il torque se lo

ritiene opportuno.

Il binomio " motore endodontico e

strumenti canalari in Nichel-Titanio " ci

garantiscono una sagomatura dei canali il

più possibile anatomica, risparmiando volume dentinale più coronale, garantendo così la robustezza della porzione coronale che farà da supporto alla sua protesizzazione.

 

 L.A.S.E.R. A DIODI

 " LO SBIANCAMENTO DENTALE "

I denti possono essere sbiancati da sostanze esterne che ossidandosi mediante l'apporto di luce calda o fredda, provocano il loro

schiarimento.

La sostanza usata dal Dottor Girardi è il “Perossido diLASER A DIODI

Idrogeno” sotto forma di gelconcentrato al 38 %, esso viene steso

sullasuperficie dei denti, previa protezione delle gengive mediante una

sostanza resinosa foto indurente (che indurisce alla luce),che

ricoprendo tutto il contorno gengivale viene protetta dall'azione

ustionante del Perossido a contatto con i tesuti molli.

Fatto questo si irradia il gel con un “Fascio di Laser”, un raggio che
ha una determinata lunghezza d'onda (800 nanometri), e che per
mezzo di un programma specifico predefinito, vengono controllati sia
la  potenza che il tempo di esposizione dello stesso sui denti, anzi ha
una azione lenitiva e terapeutica per quanto riguarda la “Sensibilità