Visita Odontoiatrica


                                       

 

Questo è il momento più rappresentativo, nel quale il rapporto “ Medico-Paziente ” assume un aspetto importante, attraverso il dialogo infatti, il Dottore cerca di stabilire un approccio professionale con i suoi pazienti in modo empatico, prendendo visione delle situazioni soggettive che si presentano nel “Cavo Orale” (bocca), controllando lo stato di salute dei tessuti duri, esempio i denti, mediante un " Esame Obiettivo del cavo orale " ( E.O. ), e per mezzo della “ RVG Radio Visio Grafia " dandoci una Diagnosi Radiologica Digitale ” a bassa emissione radiogena.

In questo modo si possono scorgere molte informazioni sia a carico dell'osso sia a carico dei denti stessi, ad esempio il loro stato di salute, se hanno un aspetto sano o cariato e a che stadio nella classificazione delle " Carie  di Black sono arrivate, se sono carie nate in denti già otturati in precedenza o in denti mai toccati prima, se sono in fase iniziale o avanzata, se le carie sono andate in profondità al punto da interessare la polpa ( il nervo) e se questa " Necrosi della Polpa " percorrendo il nervo fino all'apice della radice è addirittura uscita instaurando una infezione permanente cronica dell'apice della radice chiamata " Granuloma Apicale ", una naturale protezione del nostro organismo alle infezioni che racchiude al suo interno batteri vivi in uno stato quiescente che, al primo abbassamento della guardia del nostro sistema immunitario anticorpale, ad esempio in stato di stress, prende il sopravvento evolvendosi in infezione acuta, " Ascesso ", che da come sintomatologia il classico gonfiore dei tessuti molli (gengive e guance), accompagnato da dolore dapprima alla masticazione, poi in modo permanente.

Dopo di che si prende in considerazione l'armonia del cavo orale o delle sue disfunzioni e si progetta un piano terapeutico atto a riportarlo il più possibile in condizioni normali, mediante cure ( otturazioni, devitalizzazioni, ricostruzioni ) o soluzioni con protesi mobili o fisse ( ponti, corone, impianti ).

Un punto fondamentale e prioritario è ascoltare le richieste del paziente per poi trattare il caso con il piano terapeutico più indicato, mediante cure o soluzioni protesiche.

Si raccomanda sempre ai pazienti un controllo che nel nostro studio è sepre gratuito, al fine di ridurre i rischi di formazione di tartaro, gengiviti, e di paradontite.

E' molto importante avere una corretta igiene orale e recarsi periodicamente dal dentista per effertuare una " Visita di Controllo " ed eventualmente una l'ablazione del tartaro, sarebbe buona norma almeno una volta ogni 6 mesi, in questo caso si eviterebbe l'accumulo di tartaro e tutte le problematiche al suo seguire.